Slide1 background

Mare Termale Bolognese

Cure termali, fitness, benessere e bellezza

Slide1 background

Circuito della Salute Più

Strutture mediche nelle province di Bologna, Ferrara e Venezia

Slide1 background

Villaggio della Salute Più

Wellness, terme e natura tutto l'anno

Slide1 background

Emporio Benessere

Le terme e la natura: ingredienti essenziali per salute

Slide1 background

Valet

Corsi di aggiornamento medico, provider ECM 1328

Slide1 background

Multimed

Poliambulatori specialistici & day surgery

Arrivano le allergie: sconfiggile con l'innovativo metodo RCR ideato dal Gruppo Monti Salute Più

pubblicato il 17/03/2019 | #terapie #allergie #mtb

come curare le allergie

di Federica Pagliarone, giornalista scientifica

Si stima che nei Paesi occidentali circa il 25% delle persone soffra di una patologia di natura allergica. Tra queste, l'aumento costante dell'incidenza delle malattie respiratorie allergiche, coinvolge sia i paesi industrializzati che quelli in via di sviluppo. Nello specifico, sono quasi 500 milioni le persone affette da rinite allergica e il 10-20% di loro soffre di disturbi non adeguatamente controllati, malgrado l'utilizzo di medicinali sintomatici.

“L'allergia – spiega il Prof. Antonio Monti, direttore scientifico Gruppo Monti Salute Più - è una risposta eccessiva da parte del sistema immunitario al contatto con una sostanza esterna considerata dannosa (allergene). La classe di anticorpi più frequentemente associata a malattie allergiche è quella delle IgE, ma ciò non esclude la possibilità che altre classi di anticorpi possano essere responsabili di malattie allergiche”.

In pratica, se si soffre di allergia, il proprio sistema immunitario, che si occupa normalmente della difesa contro virus e batteri, non riconosce più come innocue alcune sostanze con cui tutti noi abbiamo contatti più o meno frequenti (pollini, animali, alimenti, sostanze chimiche, ecc.), e questa perdita di “tolleranza immunologica” comporta la sintesi di anticorpi particolari e di meccanismi cellulari di ipersensibilità. Inquinamento, fumo, esposizione agli allergeni e sedentarietà sono alla base dell'aumento delle allergie, che possono interessare differenti apparati e manifestarsi a diversi livelli di gravità.

Sicuramente, le più note sono la rinite e l'asma allergico, le allergie alimentari, quelle ai farmaci, le allergie da contatto (es. al nichel) e quelle a punture di insetti. Attualmente, per il trattamento delle patologie allergiche si ricorre all'educazione del paziente, alla riduzione del contatto con l’allergene, al controllo ambientale, alla farmacoterapia (corticosteroidi, antistaminici e decongestionanti) e all'immunoterapia, che consiste nella somministrazione al soggetto allergico di dosi crescenti di allergene fino a raggiungere la desensibilizzazione dall'allergene stesso.

“Quello di cui però pochi studiosi parlano – afferma il Prof. Monti – è il legame esistente tra allergie e midollo osseo. Quest'ultimo infatti svolge tre importantissime funzioni: funzione ematopoietica (forma globuli rossi, globuli bianchi, piastrine etc.), funzione osteogenica, che dimostra la profonda interazione tra osso e midollo osseo, in quanto lo stroma del midollo osseo è alla base della formazione delle cellule dell'osso e precisamente di osteoblasti, osteociti e osteoclasti; funzione immunologica, poiché il midollo osseo è un componente chiave del sistema linfoide, producendo i linfociti che formano parte del sistema immunitario del nostro corpo. Premesso ciò, mi preme sottolineare che poiché il midollo osseo, irrorato dal sangue spinto dal movimento delle articolazioni e stimolato dai recettori, si trova nelle ossa piatte e in certe zone del canale midollare delle ossa lunghe, nel momento in cui vengono stimolati i tendini, i legamenti e le capsule recettoriali delle articolazioni, attraverso l'attività muscolare, partono una serie di reazioni a vari livelli: del midollo spinale, della muscolatura e dell'equilibrio tra sistema simpatico e parasimpatico. Ed è proprio in base a queste stimolazioni che possiamo difendere il nostro organismo dalle allergie in quanto vengono rinforzati gli anticorpi responsabili delle reazioni allergiche IgE detti anche reagine”.

L'esclusivo metodo RCR (Reazioni a Catena Recettoriali) ideato dal Gruppo Monti Salute Più rappresenta quindi una terapia all’avanguardia anche per la cura delle allergie, poiché attraverso le mobilizzazioni articolari ha l’obiettivo di stimolare le 4 catene delle capsule recettoriali, del midollo osseo, del midollo spinale, dei neuroni e neurotrasmettitori.

Il metodo RCR trova vasta applicazione non solo nella riabilitazione classica (gli “esercizi posturali propriocettivi” sono una terapia proposta dal Servizio Sanitario Nazionale), ma anche in un campo applicativo che costituisce una vera e propria nuova frontiera di applicazione. Esso si basa su una reazione a catena che trova il suo inizio nell’esercizio fisico, mirato alle varie tipologie di recettori presenti nelle capsule articolari, e può essere integrato da altre prestazioni, quali la balneoterapia termale, il circuit training e le terapie strumentali.

Maggiori informazioni sulle cure

Network riabilitativo, chinesiterapico e termale

 

Precedente | Successivo